1. Dati di contatto

Nome: Patron ca, s.r.o.

Sede/residenza: Korunní 129, 130 00 Praga 3

N.id.: 27113078

PARTITA IVA: CZ27113078

Iscritta: presso la Pretura di Praga, sezione C, inserto 97201

Telefono: 224 402 819, 724 091 241

Email: info@alavis.cz

Indirizzo di contatto: Na Sychrově 1418/6, Praha 10

 

2. Informazioni

Le informazioni sulla merce e sul prezzo indicate dal venditore sono vincolanti ad eccezione di un errore manifesto. I prezzi sono presentati incluse tutte le tasse (per esempio l’IVA) e le tariffe, ad eccezione dei costi per la consegna della merce.

Metodi di pagamento accettati

Tramite bonifico bancario

Tramite bonifico bancario sul nostro conto n. 3814935001/5500 tenuto presso la Raiffeisenbank a.s.

Con carta di credito

attraverso il gateway di pagamento Global Payments Europe (webpay GB)

Bonifico bancario online PayPal

attraverso il portale di pagamento www.paypal.com

Insieme al prezzo di acquisto, l'acquirente è tenuto a pagare al venditore i costi legati all’imballaggio e alla spedizione della merce nell’ammontare concordato. Salvo indicazione esplicita contraria, con il prezzo di acquisto si intendono anche i costi legati alla consegna della merce.

In caso di pagamento tramite bonifico bancario, l'acquirente è tenuto a pagare il prezzo di acquisto della merce insieme al simbolo variabile del pagamento. Nel caso di pagamenti non in contanti, l'obbligo del compratore di pagare il prezzo di acquisto è adempiuto nel momento dell'accredito del relativo importo sul conto del venditore.

Il venditore non richiede alcuna tariffa legata alla modalità di pagamento.

L’accettazione dell'offerta con un’aggiunta o una variazione non è considerata come accettazione dell'offerta.

La conferma del contenuto di un contratto stipulato in forma diversa da quella scritta che richieda delle variazioni rispetto al contenuto del contratto realmente convenuto non ha alcun effetto giuridico.

L’accettazione di un adempimento non richiesto da parte dell’acquirente non significa l’accettazione dell’offerta.

 

3. Consegna della merce

Il venditore consegna la merce completa all’acquirente, entro 15 giorni dalla conferma dell'ordine, a meno che non abbia indicato un termine di consegna diverso per la singola merce. Se la merce è riportata come "disponibile", il venditore spedisce la merce entro e non oltre due giorni lavorativi. L'acquirente è tenuto a ritirare la merce e a pagarla. Si consiglia all'acquirente di controllare il prima possibile la merce nel momento del ritiro.

Prezzo e modalità di consegna

Posta ceca

Prezzo di trasporto con la Posta ceca: 5 EUR.

Servizio di corriere GLS

Prezzo per la consegna tramite il servizio di consegna GLS: 7 EUR.

Ritiro di persona - Prenotazione presso il punta vendita (si puo pagare solo in contanti oppure con la carta nel punto vendita)

Potete acquistare tutti i nostri prodotti anche nel punto vendita Alavis e Barny's (Na Florenci 2116/15, Praha 1), dove è possibile pagare anche con la carta. Il punto vendita è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00.

 

4. Annullamento dell’ordine e recesso dal contratto

L'acquirente può recedere dal contratto entro 14 giorni dal ritiro della merce, o dell'ultima parte della spedizione, e questo indipendentemente dalla modalità di ritiro della merce o di esecuzione del pagamento. Il termine indicato è inteso per garantire che l'acquirente prenda conoscenza in un intervallo ragionevole della natura, delle caratteristiche e della funzionalità della merce.

L'acquirente ha diritto a recedere dal contratto anche in qualsiasi momento prima della consegna della merce.

L'acquirente invia o trasmette al venditore il recesso dal contratto entro un termine di 14 giorni. L'acquirente non è tenuto ad indicare il motivo per il quale recede dal contratto. Per facilitare la comunicazione, è opportuno riportare nel recesso la data di acquisto o il numero del contratto/documento di vendita, le coordinate bancarie e la modalità di restituzione della merce.

Il venditore è tenuto a restituire all’acquirente l'importo corrispondente in pieno al prezzo della merce e alle spese pagata per la sua consegna entro 14 giorni dal recesso dal contratto, e questo nella stessa modalità con la quale ha ricevuto il pagamento dall'acquirente. Se nell’ambito di una particolare modalità di consegna della merce il venditore offre varie opzioni, è tenuto a rimborsare all’acquirente quella più economica. Al più tardi entro lo stesso termine, l'acquirente è tenuto a inviare o consegnare la merce acquistata. La merce dovrebbe essere consegnata al venditore (non in contrassegno) completa, meglio se nell’imballaggio originale, non deve manifestare segni evidenti di usura o danneggiamento. I costi per la restituzione della merce sono a carico dell'acquirente.

Se la merce restituita è danneggiata a seguito di una violazione degli obblighi dell’acquirente, il venditore è autorizzato ad applicare contro l’acquirente il diritto di risarcimento per la riduzione del valore della merce e detrarla dall’importo restituito.

Dal contratto è possibile recedere previa comunicazione scritta di recesso dal contratto di acquisto inviata all’indirizzo Patron ca, s.r.o., eventualmente per via elettronica inviando un’email all’indirizzo info@alavis.cz.

 

5. Espletamento del reclamo

L'acquirente è tenuto a presentare il reclamo presso il venditore senza indebito ritardo dal momento in cui ha accertato la mancanza e questo per iscritto inviando una comunicazione all'indirizzo Patron ca, s.r.o. o per via elettronica inviando una mail all'indirizzo info@alavis.cz. Il compratore dovrebbe fornire i propri estremi, la descrizione del difetto e la richiesta di consegna della nuova merce quale modalità di espletamento del reclamo.

L'acquirente è tenuto a dimostrare l'acquisto della merce (idealmente con un documento di acquisto). Il termine ultimo per l’espletamento del reclamo decorre dalla consegna della merce al venditore. Nel trasporto la merce dovrebbe essere imballata in un imballaggio adeguato affinché non abbia luogo il suo danneggiamento, dovrebbe essere pulita e completa.

Il venditore è tenuto senza inutile indugio, al più tardi entro tre giorni lavorativi, a decidere sul reclamo, eventualmente sulla necessità di una valutazione tecnica. Entro questo termine comunica all’acquirente la necessità di una valutazione tecnica. Il venditore provvede all’espletamento del reclamo, compresa l’eliminazione del difetto, senza inutile indugio, al più tardi entro 30 giorni dalla sua applicazione, a meno che non convenga per iscritto con l’acquirente un termine più lungo. Decorso questo termine l’acquirente ha gli stessi diritti come se si trattasse di una violazione del contratto.

Se il venditore rifiuta di eliminare il difetto della cosa, l’acquirente può esigere uno sconto adeguato dal prezzo oppure recedere dal contratto.

La garanzia della qualità viene prorogata del periodo a decorrere dall’applicazione del reclamo fino al suo espletamento oppure fino al momento in cui l’acquirente sarebbe stato tenuto a ritirare la cosa. Se ha luogo la sostituzione della merce oppure di una sua parte, si applica la responsabilità del venditore come si trattasse dell’acquisto di merce nuova oppure di una sua parte.

Il venditore si impegna ad informare l’acquirente sull’espletamento del reclamo secondo la sua richiesta con un messaggio email oppure per mezzo di un SMS.

Per il reclamo giustificato spetta all'acquirente il rimborso dei costi sostenuti.

 

6. Tutela dei dati personali

L'acquirente acconsente che i dati personali forniti vengano trattati e conservati dal venditore in conformità con la legge sulla tutela dei dati personali (n. 101/2000 Racc.) ai fini dell'adempimento dell’oggetto del contratto. L'acquirente ha il diritto di sapere quali suoi dati siano registrati presso il venditore, ed è autorizzato a modificare questi dati, eventualmente ad esprimere per iscritto il proprio dissenso al loro trattamento. La vigilanza sulla tutela dei dati personali è esercitata dall’Autorità garante per la tutela dei dati personali.

L'acquirente può comunicare al venditore di voler interrompere l'invio di comunicazioni commerciali, e questo all’indirizzo di posta elettronica ottenuto nell'ambito dell'adempimento del contratto, senza dover sostenere alcun costo.

 

7. Risoluzione delle controversie

Le controversie reciproche tra il venditore e l’acquirente vengono risolte dai tribunali ordinari.

Il venditore si impegna a perseguire in via prioritaria la risoluzione extragiudiziale delle controversie con l'acquirente, a meno che l’acquirente non la rifiuti.

Questa procedura non è una mediazione ai sensi della legge n. 202/2012, sulla mediazione, come modificata, né è un procedimento arbitrale ai sensi della legge n. 216/1994, Racc., sul procedimento arbitrale e l'esecuzione delle sentenze arbitrali, come modificata, e il suo utilizzo non pregiudica l'autorizzazione delle parti a rivolgersi al tribunale con la loro pretesa.

Per tutta la durata delle trattative finalizzate ad un accordo extragiudiziale della controversia non decorrono né iniziano a decorrere i termini di prescrizione e di preclusione ai sensi del codice civile, fino a quando una delle parti della controversia non si rifiuti esplicitamente di continuare i negoziati.

La vigilanza sul rispetto degli obblighi ai sensi della legge n. 634/1992 Racc., sulla tutela del consumatore, come modificata, è esercitata dall’Ispettorato ceco del commercio (www.coi.cz).

 

8. Altro

Per consumatore si intende quella persona che, al contrario del venditore, stipulando e adempiendo il contratto non agisce nell’ambito della sua attività imprenditoriale né nell’ambito dell’esercizio indipendente della sua professione.

Le altre questioni ivi non indicate sono regolate dal codice civile (n. 89/2012 Racc.), legge sulla tutela del consumatore (n. 634/1992 Racc.) e dalle altre disposizioni di legge, come modificata dalle successive disposizioni di legge.

Il contratto e le relative questioni sono regolate dalla legge ceca.

Le modifiche ai termini commerciali stipulate in forma diversa da quella scritta e reciprocamente approvata sono escluse.

Questi termini commerciali diventano efficaci a partire dall’8 gennaio 2014.